Riscoprendo la Cittadella di Alessandria

Riscoprendo la Cittadella di Alessandria

Riscoprendo la Cittadella di Alessandria

Passeggiando per la fortezza lungo itinerari insoliti tra il buio e la luce, tra il degrado e la rinascita, al di fuori dei tracciati già battuti, alla ricerca di dettagli nascosti.

Da fortezza inespugnabile a polmone verde e gioiello della città, votato al primo posto nella classifica 2012 dei “Luoghi del Cuore” del FAI. Questo il percorso della Cittadella di Alessandria dalla sua costruzione nel 1732, al posto del popoloso quartiere di Bergoglio, ad oggi, collegata alla città dall’avveniristico ponte Meier e meta delle passeggiate di moltissimi tra alessandrini e turisti.

La fortezza nel corso dei secoli ha resistito non solo ai colpi dei cannoni nemici ma anche alle esondazioni del Tanaro (l’ultima nel 1994), all’abbandono, all’incuria ed all’inesorabile scorrere del tempo. A dispetto di tutto questo la Cittadella continua stoicamente a vegliare con i suoi alti bastioni sulla città.

Già attraversando il fossato preparatevi a visitare un luogo davvero particolare. Sarà per il suo contrasto tra gli sterminati corridoi, un tempo adibiti ad arsenale, e gli angusti cunicoli sotterranei. Sarà per il fascino malinconico che hanno i suoi edifici, un tempo brulicanti di vita ed oggi vuoti e silenziosi. Oppure sarà per l’incredibile passione che trasmettono durante le visite guidate i volontari del FAI, che grazie al loro impegno per il recupero e la valorizzazione di questo incredibile complesso, permettono a tutti noi di fruirne.

Nonostante le sue dimensioni gigantesche (per visitarla da cima a fondo potrebbe non bastarvi un pomeriggio intero) ciò che vi colpirà maggiormente sarà passeggiare alla ricerca dei suoi dettagli più piccoli ed apparentemente insignificanti, come quell’automezzo abbandonato da chissà quanto tempo in un cortile, le scritte incise sui muri dai soldati di leva secoli fa, i simboli massonici sulle facciate degli edifici, la cappella che fa capolino da uno degli immensi corridoi e molti altri che lasciamo scoprire a voi.

Non lasciatevi ingannare poi dagli innegabili segni del degrado. La Cittadella non è mai stata così viva ed al centro dei progetti della città, ma il lavoro da fare rimane tantissimo per i circa 40 volontari che si occupano di questo fantastico luogo. Pensate, quindi, che con la vostra visita e la vostra offerta contribuirete a renderlo una meta turistica davvero imperdibile.

Non perdete l’occasione di essere testimoni e artefici della rinascita della Cittadella !

LHA Consulting & Management Srl
Str. Bolla, 2, 15122 Spinetta Marengo AL
Tel: 0131 618506 - Fax: 0131 617049
Email: info@lafermataresort.it
P.I. 02556000061